Samantha Cristoforetti. Atterrata

Samantha Cristoforetti. Atterrata

L’astronauta dell’Esa Samantha Cristoforetti , comandante della Stazione Spaziale Internazionale, è subentrata al compagno russo dell’Expedition 67 Oleg Artemyev. La nomina, annunciata dall’Esa, ha reso così Samantha Cristoforetti la prima astronauta donna italiana ed europea al comando della stazione.

E' stata la prima donna europea a ricevere, il 28 settembre scorso. il comando della stazione. Il rientro della navetta Dragon sulla Terra il 13 Ottobre. Si è conclusa la missione di Samantha Cristoforetti sulla Stazione spaziale internazionale (Iss), di cui ha assunto il comando lo scorso 28 settembre, divenendo la prima donna europea a ricoprire questo incarico. Con una breve cerimonia, la 45enne astronauta ha ceduto il comando della Stazione spaziale internazionale al cosmonauta russo Sergey Prokopyev. Come da tradizione, ha consegnato al collega il tubo contente cibo per l'emergenza ("Lo potete usare quando avete una brutta giornata", ha scherzato") e la chiave simbolica del comando della Stazione spaziale. 

Dopo avere ringraziato il centro di controllo e le agenzie spaziali partner della Iss, l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha detto: "Grazie all'Italia, il mio Paese, per l'opportunità che mi ha offerto di essere a bordo della Stazione Spaziale".  AstroSamantha è stata al comando della Iss per 15 giorni: il secondo comando più breve dopo quello della collega americana Shannon Walker, durato appena 11 giorni. Durante la conferenza stampa di ieri, organizzata dalla Nasa, l'astronauta dell'Esa aveva detto: "Spero di rivedere presto la mia famiglia, gli amici e di poter fare una bella doccia. Al mio rientro a Terra vorrei godere della natura e degli ambienti naturali".

La partenza della Crew Dragon Freedom, con a bordo anche gli americani Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins, è prevista nella notte, all'1:05 italiane del 13 ottobre. Lo ha annunciato la Nasa, precisando che l'ammaraggio è previsto alle 23:41 italiane del 13 ottobre. 

Per l'agenzia americana l'unica incognita sono le condizioni meteorologiche al momento dell'ammaraggio, nell'area compresa tra il Golfo del Messico e l'oceano Atlantico al largo dalle coste della Florida. La situazione viene controllata costantemente: ad ora nella zona è previsto il passaggio di un fronte freddo. Un aggiornamento è atteso in giornata, a sei ore dall'orario previsto per il distacco della navetta dalla Iss. In caso di condizioni meteo avverse l'agenzia spaziale americana ha comunicato che sempre nella giornata del 13 ottobre ci saranno altre opportunità per la partenza.