Mobilità, più Sharing per la Giornata della Terra 2022

Mobilità, più Sharing per la Giornata della Terra 2022

L’Earth Day si celebra venerdì 22 aprile: voluto dal senatore americano Gaylord Nelson, e prima ancora da John F. Kennedy, compie 52 anni. La manifestazione, nata nel 1970, oggi coinvolge 1 miliardo di persone in tutto mondo e sono 192 i Paesi che la celebrano, ricordando in molti modi quanto gli esseri umani dovrebbero tutelare il pianeta su cui vivono. 

‘Invest In Our Planet’ (Investire nel nostro Pianeta) è il tema del 2022 annunciato dagli organizzatori Earthday.org. L’edizione 2022 si concentra sull'accelerazione delle soluzioni per combattere il cambiamento climatico e per attivare tutti, governi, cittadini e imprese, a fare la propria parte.

Uno dei temi senz’altro più importanti per la qualità dell’aria, la produzione di Co2 e il cambiamento climatico è la mobilità, che deve essere sempre più sostenibile, per raggiungere gli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 dell’Onu. Per quanto si tratti di un tema diventato universalmente urgente solo negli ultimi tempi, ci sono buoni segnali. In Italia il trend dello sharing di veicoli quali auto o micromobilità ha visto una continua crescita, che continua a salire anche nel 2022. Da gennaio a marzo, infatti, sono stati registrati aumenti del 10% per il car sharing e del 35% per il noleggio di monopattini e biciclette. È quanto rivelato in un recente convengo alla Camera, dove si sono incontrati il ministro delle infrastrutture e delle mobilità sostenibili, Enrico Giovannini insieme ad Assosharing, associazione nata un anno fa per rappresentare il settore della sharing mobility, che conta oltre 5 milioni di utenti iscritti in Italia.