La Giornata delle Foreste e il legname russo

La Giornata delle Foreste e il legname russo

Si celebra ogni anno il 21 marzo per ricordare l’importanza di una delle principali risorse naturali del pianeta: la Giornata Internazionale delle Foreste 2022, il 21 marzo, è stata l’occasione per fotografare lo stato delle distese arboree della Terra, anche in relazione ai fenomeni geopolitici in atto.


Il rapporto di PEFC Italia (il Programme for Endorsement of Forest Certification schemes) mette in evidenza come nel 2021 si sia registrato un incremento della superficie forestale in Italia, ma anche quanto sia necessario continuare a informare i consumatori per indirizzarli ad acquisti maggiormente consapevoli. 


Sul piano internazionale, il rapporto sottolinea anche che la drammatica invasione dell’Ucraina comporta la necessità di sviluppare una nuova consapevolezza etica ed ambientale. «Il Pefc è estremamente preoccupato per l’attacco del governo russo all’Ucraina e l’invasione militare è in diretta opposizione con i nostri valori fondamentali spiega Francesco Dellagiacoma, presidente del Pefc Italia -. Questa aggressione provoca dolore e morte a persone innocenti, comprese donne e bambini, e ha inoltre un impatto distruttivo immediato e a lungo termine sull’ambiente, sulle foreste e sulle persone che dipendono dalle foreste per il proprio sostentamento». Per queste ragioni il Consiglio internazionale dell’organizzazione ha deciso di dichiarare il legno proveniente da Russia e Bielorussia come “legname di guerra” ed in quanto tale questo non potrà essere utilizzato in prodotti certificati Pefc. Occorre ricordare come il patrimonio forestale di questi Paesi rappresenti il 12,5% dell’area totale certificata Pefc a livello globale. 


Per respirare meglio in questo periodo così difficile: qui le immagini di alcune delle foreste più maestose al mondo, dalla Foresta amazzonica alla Foresta Nera.