L’ambiente, le fonti di energia e la guerra

L’ambiente, le fonti di energia e la guerra

Impossibile non parlare di quello che sta accadendo in Ukraina, anche per il nostro RespirareBene. La qualità dell’aria e l’integrità dell’ambiente in cui viviamo sono fondamentali per la nostra salute e il nostro benessere. Ma né l’uno né l’altro possono esistere al di fuori di una situazione di pace. L’attacco della Russia contro l’Ucraina, con le sue possibili future evoluzioni, obbliga tutti noi a concentrarci sui preoccupanti avvenimenti immediatamente a est della nostra Europa.

E questa guerra in particolare è strettamente intrecciata con i temi ambientali relativi alle fonti per produrre energia: la dipendenza dell’Occidente dalle fonti energetiche russe, gas e petrolio, è uno dei nodi principali dell’attuale scenario internazionale. Stati Uniti ed Europa stanno quindi  valutando quali strategie mettere in atto per ridurre tale dipendenza, vietando le importazioni di petrolio russo. L'Europa fa affidamento sulla Russia per il petrolio greggio e il gas naturale, ma sembra necessario ormai vietare i prodotti russi introducendo strategie alternative al vaglio dei Governi. Anche la presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha affermato che la Camera sta "esplorando" la legislazione per vietare l'importazione di petrolio russo e che il Congresso intende stanziare questa settimana 10 miliardi di dollari di aiuti per l'Ucraina in risposta all'invasione militare di Mosca del suo vicino.