Italia: la Costituzione cambia e tutela l’Ambiente

Italia: la Costituzione cambia e tutela l’Ambiente

La salvaguardia dell'ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi è entrata nella Costituzione della Repubblica Italiana. L'Aula della Camera ha definitivamente approvato la proposta di legge costituzionale che modifica in tal senso due articoli della Carta, il 9 ed il 41.

Il testo, alla seconda lettura alla Camera, è passato a Montecitorio con 468 voti a favore, un contrario e sei astenuti. Il Senato lo aveva approvato con la maggioranza dei due terzi lo scorso 3 novembre. Di conseguenza, entra subito in vigore e non è sottoponibile a referendum. Il voto finale è stato salutato da un lungo applauso dell'Assemblea di Montecitorio.

Si tratta di un cambiamento epocale, certamente frutto della trasformazione della sensibilità collettiva a seguito di movimenti internazionali come Friday for Future, solo per fare un esempio, e di una nuova attenzione alle alterazioni del nostro ecosistema, i cui danni sono risultati tragicamente evidenti con la pandemia che ancora stiamo attraversando.  "Questo voto del Parlamento - commenta Roberto Cingolani, ministro per la Transizione ecologica - segna una giornata da ricordare: anche il Governo crede in questo cambiamento, grazie al quale la nostra Repubblica introduce nei suoi principi fondanti la tutela dell’ambiente".