Aria pura per vacanze Green

Aria pura per vacanze Green


Un po’ per il timore delle nuove varianti del coronavirus, un po’ per il desiderio diffuso di stare all’aperto dopo due anni di incubo lockdown, le vacanze più gettonate quest’anno sono quelle all’aria aperta:  trekking, escursioni in bici e scelta di località lontane dall’inquinamento atmosferico sono in cima alle richieste di chi si sposta per qualche giorno durante l’estate, ben di più rispetto agli anni passati. Ed è una tendenza in crescita anche durante la stagione estiva in corso: secondo uno studio i cui risultati sono stati recentemente pubblicati dall’Ansa, a fine giugno gli italiani interessati a consumare una vacanza green nell'estate 2021 erano il 12,4%, mentre un mese più tardi tale quota è salita al 16,9%.

Se tra gli stranieri il turismo all’aria aperta è considerato un must da tempo, finalmente quindi anche nel Bel Paese l’open air sta prendendo piede. E le organizzazioni nazionali che rappresentano il settore turistico sono convinte della possibilità di un ulteriore sviluppo della richiesta e della risposta degli operatori italiani.

Scelte che portano a un turismo più responsabile e sostenibile, in difesa dell’ambiente a cui stiamo imparando a fare tutti più attenzione. I mezzi di informazione sono ricchissimi di consigli di mete a contatto con la natura e lontane dall’inquinamento in cui abitualmente ci muoviamo e anche di iniziative Green in occasione della stagione estiva. Fra tutte, si distingue il Trentino Alto Adige, in particolare la Val di Peio, dove l’80% degli Hotel è plastic free. Il risultato è stato raggiunto grazie a un progetto iniziato già durante la stagione sciistica 2019-2020: in appena 4 mesi, è stata risparmiata una tonnellata di plastica, pari a 6000 chili di Co2 non emessa. Una quantità che, per essere assorbita, avrebbe richiesto l'azione di 400 alberi per un anno intero.


Anche RespirareBene va in vacanza. Il prossimo articolo uscirà venerdì 27 agosto. Buone vacanze a tutti!!! 

RESPIRATE BENE!