Aria e acqua protagoniste della primavera 2021

Aria e acqua protagoniste della primavera 2021


L’inizio della bella stagione celebra i due elementi fondamentali per la vita e ribadisce l’importanza della loro tutela: Quest’anno la Giornata internazionale delle foreste il 21 marzo e il World water day il 22, segnano con particolare forza la nuova sensibilità ambientale, che è certamente un effetto collaterale, positivo, della pandemia.

Il rischio idrico spesso passa sotto silenzio, eppure il ”Day Zero”, il giorno in cui perderemo i normali accessi alle riserve di acqua, non è così lontano: la giornata dedicata all’acqua è un’iniziativa Onu che risale al 1992, ma quest’anno serve anche a non dimenticare che quando si parla di tutela ambientale non si deve far riferimento solo alla qualità dell’aria, ultimamente oggetto di particolare attenzione e interesse, perché il Pianeta è un sistema complesso e interconnesso e non va mai trascurato nessun elemento. 

La Giornata delle Foreste è stata istituita più di recente, nel 2012, dall’Assemblea Generale delle Nazione Unite. Fin dal suo primo anno ha offerto l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza delle foreste e sul loro indispensabile ruolo per la vita dell’uomo e del Pianeta, per la sostenibilità ambientale e per la sicurezza alimentare.
Ovviamente in questo periodo di emergenza sanitaria, assume un significato di particolare rilevanza, come testimoniano anche i molti progetti di riforestazione urbana avviati nell’ultimo anno anche in Italia.
Tra questi è da citare Forestami, il progetto di forestazione sul territorio della Città metropolitana di Milano, basato su una ricerca del Politecnico di Milano, che da novembre a marzo ha raccolto 630mila euro per la piantagione di circa 300 mila nuovi alberi.