Anche i cellulari inquinano l’aria

Anche i cellulari inquinano l’aria

Il numero di smartphone in uso entro la fine del 2022 sarà di 4,5 miliardi. E tutti questi dispositivi genereranno 146 milioni di tonnellate di CO2 a livello globale

La cattiva notizia arriva dal rapporto Digital Green Evolution di Deloitte, una delle maggiori società mondiali di consulenza e revisione, che ha analizzato le diverse fasi del ciclo di vita di uno smartphone. Dal rapporto emerge che la grande maggioranza (83%) di queste emissioni sono legate alle fasi iniziali, all’estrazione delle materie prime e al processo produttivo, così come al trasporto. Le emissioni generate dall’utilizzo degli smartphone, in particolare dopo il loro primo anno di vita, ammonteranno invece a “solo” l’11% delle emissioni complessive legate al consumo energetico; una quota residuale (5%) è poi legata alle attività di recupero e ripristino dei dispositivi utilizzati e al loro processo di fine vita.

Le contromisure ci sono: “Uno dei principali fattori che potrebbe portare ad una riduzione dei loro effetti sull’ambiente riguarda il prolungamento della vita media dei dispositivi, che ad oggi è stimata tra i 2 e i 5 anni”. In questo senso, rivela il rapporto, emergono segnali positivi da parte dei consumatori italiani che, alla stregua di quelli europei, sembrano “ritardare” anno dopo anno l’acquisto di nuovi smartphone.